Contattaci

I nostri esperti vi ricontatteranno per darvi maggiori informazioni.
Per favore, utilizzare il seguente modulo per richieste, suggerimenti o per inviarci il tuo feedback.

Nome (obbligatorio)

E-mail (obbligatorio)

Telefono (obbligatorio)

Città (obbligatorio)

Cosa coltivi?

Quanti ettari?

Messaggio

Clicca il quadrato per accettare e poi su invia

Autorizzo espressamente il trattamento di questi dati personali a scopo di contatto, ai fini dei servizi forniti o ai fini della comunicazione di prodotti e servizi di Tradecorp, in conformità con i termini e le condizioni dell'Informativa sulla privacy e la protezione dei dati disponibili all'indirizzo www.tradecorp.it. Sono a conoscenza del fatto che posso esercitare i miei diritti di protezione dei dati, inclusi i diritti di informazione, accesso, consultazione, rettifica, opposizione al trattamento o cancellazione, entro il normale orario lavorativo, tramite contatto con l'ufficio Protezione dati di Tradecorp, via e-mail TutelaDiDatiPersonali @ tradecorp.sapec.pt

Contacts

Tradecorp - Italia & Sud-Est Europa

Cereali: radici con il turbo

La concimazione localizzata alla semina permette di nutrire i cereali in modo efficace e mirato. Turbo Seed Zn e Seed Sprint H5 sono in tal senso le soluzioni di Tradecorp per differenti esigenze colturali

 

 

Indice

  1. Turbo Seed Zn
  2. Seed Sprint H5
  3. Richiedi info

 

Quando si parla di cereali una delle fasi più sensibili alla disponibilità dei nutrienti appare quella della germinazione. È infatti in questa fase che la coltura può maggiormente avvantaggiarsi della presenza di elementi preziosi per il suo sviluppo, uno su tutti il fosforo. Considerando però la distanza fra le file, intorno ai 20 centimetri che salgono a 25-30 nelle condizioni di minor disponibilità idrica, non pare consigliabile applicare tale elemento a pieno campo, preferendo invece mirare la sua distribuzione unicamente lungo la fila in cui vengono depositati i semi.

Kit microgranulatore per applicazione lungo il solco di semina

Per tali ragioni un’agricoltura di tipo professionale e sostenibile deve tenere conto di ogni tecnologia atta a minimizzare l’impiego di input, estraendo comunque il massimo dai propri campi. In tal senso, la fertilizzazione localizzata alla semina permette alle piantine di assorbire velocemente quanto serve loro per un veloce sviluppo iniziale, senza che vengano favorite le malerbe circostanti. Infine, sovrapporre la concimazione alla semina permette di espletare due operazioni con un solo passaggio, contenendo i costi per le aziende sia in termini di denaro sia di tempo. L’adozione della concimazione localizzata alla semina permette infatti di minimizzare anche la quantità di prodotto da stoccare e movimentare.

Per quanto virtuosa sia la pratica di concimazione localizzata alla semina, però, la scelta del giusto prodotto appare fondamentale per massimizzarne i benefici. Tradecorp ha in tal senso messo a punto due differenti formulati, ciascuno ideale per ben specifiche situazioni di campo, ovvero Turbo Seed Zn e Seed Sprint H5. La loro applicazione esalta in primis la crescita dell’apparato radicale, conferendo una maggiore resistenza ai rigori dell’inverno e favorendo un miglior accestimento.

Section 1

Turbo Seed Zn

Turbo Seed Zn spicca per la totale solubilità in acqua degli elementi contenuti, ovvero fosforo e potassio, la cui azione viene sinergizzata dalla presenza di 1% di zinco chelato con EDTA.Efficace e veloce nell’azione, Turbo Seed Zn deriva dall’impiego di materie prime di elevata qualità  che lo rendono  completamente solubile in acqua, tanto da poter  essere regolarmente impiegato perfino in fertirrigazione su colture orticole.

cereali

Distribuzione stratificata in tramoggia

L’estrema solubilità del fosforo contenuto in Turbo Seed Zn minimizza quindi eventuali fenomeni di retrogradazione. Oltre alle sue qualità chimico-fisiche, però, a giocare a favore del prodotto è soprattutto l’accurato bilanciamento fra elementi nutritivi, con la P2O5 contenuta in ragione del 47% a fronte del 31% di K2O.

cereali

A rendere ancor più efficace la loro azione gioca poi un ruolo fondamentale l’1% di zinco chelato con EDTA, dal momento che questo elemento svolge molteplici funzioni a livello metabolico, catalizzando la sintesi delle auxine e dell’enzima fosforiduttasi responsabile del maggiore assorbimento del fosforo. Ciò rende Turbo Seed Zn un formulato capace di indurre un evidente e prolungato effetto starter nei cereali. La totale assenza di azoto in Turbo Seed Zn lo rende infine ideale per l’impiego nelle aree agricole soggette alla Direttiva Nitrati 91/676/CEE.

Section 2

Seed Sprint H5

Seed Sprint H5 si distingue per l’elevato contenuto di acidi umici al 5% che lo rende ideale nei terreni destrutturati e carenti quanto a sostanza organica, una condizione che purtroppo affligge una larga porzione dei terreni a vocazione cerealicola

Anch’esso formulato come microgranulare di altissima qualità, Seed Sprint H5 interviene in due momenti distinti. In prima battuta, grazie alla sua componente fosfatica contenuta per il 42,5%, il prodotto esplica al meglio il succitato effetto starter al momento della germinazione. Quando poi termina la disponibilità proteica dello strato aleuronico e dell’endosperma amilaceo del seme, entra in gioco la sua matrice azotata, presente in ragione del 12%, la quale assicura il mantenimento di una adeguata disponibilità di azoto atta a sostenere lo sviluppo tissutale ai massimi livelli.

I terreni agrari più tipicamente vocati alla coltivazione dei cereali, come detto, sono spesso caratterizzati però da un basso tenore di sostanza organica. Tale componente viene quindi messa a disposizione delle colture già al momento della semina, dato che Seed Sprint H5 è ricco di acidi umici e fulvici che, oltre a diminuire il potenziale dilavamento della frazione azotata in un periodo della stagione solitamente abbastanza piovoso, rallenta ulteriormente i già citati fenomeni di retrogradazione del fosforo.

Un fenomeno ulteriormente contrastato dalla presenza nel prodotto di una componente micro acidificante rappresentata dal 5% di SO3, la quale non solo apporta un altro elemento prezioso per i cereali, cioè lo zolfo, bensì esplica anche un’azione collaterale di ri-mobilizzazione di forme insolubili di P2O5 già presenti nel terreno. Infine, anche Seed Sprint H5 contiene l’1% circa di zinco in forma solubile, la cui azione sinergica con gli altri elementi nutritivi del prodotto concorre significativamente al rigoglioso sviluppo dell’apparato radicale delle giovani piantine.

Seed Sprint H5 va anch’esso localizzato lungo il solco di semina alla dose di 20 – 30 kg/ha, a seconda delle colture.

Section 3

Vuoi ulteriori info sui prodotti?

Nome (obbligatorio)

E-mail (obbligatorio)

Telefono (obbligatorio)

Città (obbligatorio)

Cosa coltivi?

Quanti ettari?

Messaggio

Clicca il quadrato per accettare e poi su invia

Autorizzo espressamente il trattamento di questi dati personali a scopo di contatto, ai fini dei servizi forniti o ai fini della comunicazione di prodotti e servizi di Tradecorp, in conformità con i termini e le condizioni dell'Informativa sulla privacy e la protezione dei dati disponibili all'indirizzo www.tradecorp.it. Sono a conoscenza del fatto che posso esercitare i miei diritti di protezione dei dati, inclusi i diritti di informazione, accesso, consultazione, rettifica, opposizione al trattamento o cancellazione, entro il normale orario lavorativo, tramite contatto con l'ufficio Protezione dati di Tradecorp, via e-mail TutelaDiDatiPersonali @ tradecorp.sapec.pt

Cliccando su Invia, accetto le Condizioni legali e Politica sulla privacy.